Milano: caro affitti e richieste record per le locazioni

La città di Milano registra un nuovo record per quanto riguarda la richiesta di affitto di immobili in locazione. Per un bilocale si arriva anche a richiedere € 1.300,00 al mese .

L’aumento è del 5,8% nel semestre marzo/settembre 2019. Questi sono i dati emessi dai portali di immobiliare.it e mioaffitto.it.

L’aumento è stato del 5,1% in più rispetto allo 0,7% che è l’incremento medio registrato negli altri grandi capoluoghi italiani: Roma, Firenze, Venezia, Bologna, Napoli, Genova, Torino, Bari e Palermo.

I dati hanno evidenziato che per affittare un bilocale di 65 metri quadri a Milano si spendono in media quasi 1.300 euro al mese, ovvero per essere precisi 1.293 euro al mese, quasi 400 euro in più rispetto agli altri grandi capoluoghi di Italia e quasi il triplo rispetto ai piccoli capoluoghi (L’Aquila, Potenza, Catanzaro, Trieste, Ancona, Campobasso, Cagliari, Trento, Perugia, Aosta.)

Affitti case: Milano la città italiana più cara

Anche nelle altre grandi città i dati sono positivi , seppur con un incremento meno sostenuto. Nelle città di provincia invece lo scenario è diverso, il mercato è ancora in sofferenza.

L’assenza di domanda, data principalmente dalla mancanza di opportunità lavorative porta gli abitanti a spostarsi verso le grandi città.

Milano invece, oltre all’aspetto dei costi abitativi ha anche la caratteristica della mancanza di alloggi per le famiglie, dovuti in parte alle richieste per studenti, lavoratori fuori sede e turisti.

Proprio questa costante crescita della domanda che a Milano non trova bilanciamento in un incremento dell’offerta (con una diminuzione del 3,2%) è uno dei fattori principali che ha contribuito a far balzare verso l’alto i prezzi delle locazioni e generare un caro affitti a Milano.

Discorso diverso invece per le altre grandi città italiane dove invece l’offerta di case in affitto in questi sei mesi analizzati è andata incontro a una variazione positiva dello 0,8%.

milano caro affitti: aumento dei prezzi